<$BlogRSDURL$>

Friday, February 20, 2004

Ci si può innamorare di una macchina?
Intendo, si può essere femmina (cioè non maschio) e innamorarsi di una macchina?

Io non faccio mai viaggi lunghi lasciando che altri guidino. Ma come facevo a dire all'Ing. X, mio capo, "scusa ti spiace se guido io la tua Alfa Romeo 166 fino a Monaco - due persone a me vicine sono morte in incidenti d'auto - non mi fido di nessuno - nessuno guida meglio di me"?
Proprio non potevo. E poi si intuisce lontano un miglio che lui adora guidare la sua Alfa Romeo, che lo rilassa. Si vede dall'intimità con cui stringe il volante. Sarà che viaggia molto, in quella macchina.

Comunque, in quelle 10 ore (andata e ritorno) di viaggio, l'Alfa Romeo 166 mi ha stregata.
1) è silenziosa
2) c'ha una grossa scritta "airbag" sul cruscotto che promette salvezza
3) non vibra
4) quando freni, frena
5) quando freni, si schiaccia verso il suolo invece di proiettarsi (e proiettarti) in avanti
6) quando accelleri, risponde docile, che ti senti come burro a temperatura ambiente spalmato sul pane, ma svelta e grintosa, che ti stupisci e intrighi
7) ha un navigatore che ti intenerisce per la sua umanità. Ogni tanto si perde o sembra indeciso sulla scelta del ristorante (lo so, solo una mamma potrebbe trovare questo romantico...)
8) ha un impianto stereo con l'acustica dell'Arcimboldi
9) ha i sedili e tutto l'abitacolo un po' stretto e sportivo che ti avvolgono in un abbraccio stabile e rassicurante

Insomma, è così irresistibile che sono perfino riuscita a dormire in totale abbandono mentre chissà a quale velocità supersonica andava l'Ing. X.
Sono perfino riuscita a pensare " se devo morire schiantata, voglio che accada in una macchina così..."

Comments:

Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?