<$BlogRSDURL$>

Tuesday, January 11, 2005

Un tempo andavo a sciare con gli amici. Ci si alzava relativamente presto, considerando la discoteca la sera prima, ci si vestiva e poi giù per le piste, le più ripide le migliori (anche se facevano paura), le gobbe più alte da saltare le risate più grosse, perfino mi azzardavo a qualche fuoripista nella neve fresca (e mi impantanavo, però). Un anno eravamo in 11 in un posto favoloso: il passo del Falzarego, con quel rifugio abbarbicato su un picco che quando alle 4 e mezza la funivia chiudeva tu eri bloccato lassù, unico mezzo di trasporto per le emergenze il gatto delle nevi. E ti davano da mangiare alle sei di sera e per le otto eri a nanna e alle otto di mattina già sulle piste a sciare con gli stambecchi. Oppure andavo a sciare da sola per un week end lungo e mi divertivo parecchio lo stesso perchè cuccavo un casino.

Adesso vado a sciare con i miei bimbi e faccio solo piste baby. Scio senza racchette, a spazzaneve, urlando "seguite bene la scia di mamma, curvate qui, CURVAAAAAAAA, aprite le code, bravi, così..., Davide rallenta, rallenta, Davide APRI LE CODEEEEE, non piangere tesoro, non è successo niente, adesso sganciamo lo sci - prima che ti si stacchi qualche giuntura, ma Giacomo dov'è adesso? oddio a fondo pista la faccia nella neve e le ginocchia piegate ad un angolo improbabile - e poi lo rimettiamo coooosì, ecco bravo, spingi il tallone, cosa? ti è entrata un po' di neve nel guanto e ti fa freddo - evvabbè, cazzo sarà mica peggio che partorire due gemelli, no? - aspetta, lo togliamo e lo puliamo, ecco, infila la manina, GIACOMO STO ARRIVANDO!! si, ma il pollicione dovè? aspetta rifacciamo, chiudi la manina e quando entra nel guanto aprila bene - ma perchè Giacomo non si muove? si sarà fatto male serio? - così le dita vanno al posto giusto, alè, pronto a ripartire? mamma va da Giacomo, tu scendi piano piano con le code bene aperte che sei l'ometto della mamma" "Giacomo tutto ok? aspetta che ti sgancio lo sci, ecco bravo, è divertente vero? - dio ti prego fa che risponda di sì - come? si amore, ti ho visto che venivi giù come un lampo e si dai che ne facciamo un'altra".

E il fatto pazzesco è che mi sono divertita uguale.
La vita dev'essere per forza una questione di prospettive.


Comments:

Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?