<$BlogRSDURL$>

Monday, May 02, 2005

E' ufficiale che la primavera o che l'estate, o che qualsiasi cosa questa sia, sia cominciata.

Lo sento nei piedi che oggi bianchicci hanno ricercato timidamente il contatto spudorato pelle-pelle con le scarpe, ma che delusi adesso lamentano l'inizio vescica.
Lo vedo la sera, che non ho più scuse per non fare il bagno ai bimbi, madidi di sudore e con le ginocchia sporche di fango.
Però niente più lavaggio a mano di maglioncini di lana che si accumulano nel bidet, che è un vantaggio non trascurabile.
Con la finestra aperta si sentono tutti rumori diversi, si sentono i piatti che s'impilano nei lavandini di due strade più in là, si sentono i bermuda infilati da tutto il quartiere e una specie di rilassamento generale da cinema all'aperto al mare.

Il che, per associazione d'idee, mi riporta con la mente al mio primo vero bacio.
Proprio in un cinema all'aperto. Bonassola. Christian. Gli occhi più blu del mondo. Chissà com'è che mi è venuta in mente questa cosa. Chissà che film era. Io mi ricordo solo che ho pensato che schifo, è tutto viscido qui.

Che non c'entra niente.
Tutto questo rilassamento pre estivo che invoglia all'ottimismo e che sento mi potrebbe coinvolgere, devo invece tenerlo a bada. Mi aspettano settimane importanti e dovrei stare coi sensi bene all'erta.

Come andrà a finire credo di saperlo già.
A volte ci si ostina a volere le cose diverse e c'è un gusto tutto particolare a combattere perchè si avverino.
Solo perchè ci fa sentire meglio credere e poter dire poi, ci credevo, ci ho creduto.
E sentirsi con la coscienza a posto.
O forse perchè, manìman dovesse davvero succedere, manìman ci si sbagliasse, si vuole essere lì testimoni, a farsi stupire romanticamente dalle pieghe impreviste di una vita da favola che può perfino premiare l'ottimismo.

E' ora di cose semplici, è ora di silenzio, di affondare il muso nel collo dei miei bambini, di respirarli e poi trattenere il fiato, senza pensare.
Fino a quando tutto non sarà passato, e il come andrà a finire non sarà più solo un'intuizione.

Comments:

Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?