<$BlogRSDURL$>

Wednesday, October 19, 2005

Assodato che i problemi esistenziali di Marta siano soprattutto dovuti a lei che non si diverte più coi giochi soliti, che se ne sta in quell'insieme di mezzo che quando ci entra lascia fuori le bambole, in questa famiglia siam di poche parole e molta azione.

L'altra sera, sul divano, Marta di nuovo mi scoppia a piangere tra le braccia. La frase che dice, quando succede così, e che ti spezza i capillari del cuore è "mamma, non ce la faccio" che è una frase che non vuol dire niente perchè le esce mentre non sta facendo niente e si fa fatica a collocarla nello spazio intorno. Scoppia a piangere e dice così. Come un "non ce la faccio a vivere".

Sdrammatizziamo, và. La vita è bella. Punto.

Marta, è solo che stai crescendo e adesso non ti diverti più con tutte le cose di prima. Con alcune forse sì, ma con altre non più. Dobbiamo solo trovare delle altre cose che ti piaccia fare e saremo a posto. Ok?

Ok, mamma.

Io penso, ok mamma cosa? quali sono adesso le cose che ti farebbero divertire? cosa mi invento? io non sono ancora passata di qui, non ho amiche che mi raccontino, son sempre l'apripista, cazzo, nel mio enturage.

Nei giorni scorsi le ho fatto l'abbonamento a Focus Junior e le ho comprato da ricamare a punto croce un'orsetto. Mica per influenzare.... solo per tastare nuovi terreni.

Ma lei, lei mi sa che deve aver già afferrato il concetto e stasera mi ha prodotto la sua soluzione.

Mamma, ho fatto un giornale per la scuola.

Ah.

Il fatto è che non ci sono abituata ad avere una figlia grande. Giuro che fino a due settimane fa le soluzioni ai problemi le dovevo sempre trovare io.
Ho sviluppato in questi anni una specie di sdoppiamento del cervello per cui qualsiasi cosa io stia facendo che non c'entra niente con i miei bimbi, in quel mondo parallelo ci faccio una regolare capatina, anzi lo vivo insieme all'altro e alla fine della giornata, oltre alle varie faccende di lavoro e di vita da adulta, mi trovo ad aver risolto/organizzato/a volte capito anche i bimbi.

Adesso comincia a capitare che io passi i minuti della mia giornata con questo piccolo mondo parallelo, facendo un gran sforzo per trovare soluzioni soddisfacenti e poi me ne torno a casa per scoprire che anche lei nel frattempo si è sbattuta, ci ha pensato e mi offre la soluzione.

Dio, il sollievo....mi ci voglio abbandonare tutta in questo sollievo.
Suppongo d'ora in poi dovrò solo stare attenta a non appoggiarmici troppo, a questa nuova grande bambina.

Comunque, tornando al giornale per la scuola, eccolo qui.

1. Copertina
Il titolo capeggia in alto a destra: Il giornale per l'alunno.
A sinistra una fascetta di sbieco, sull'angolo, dice "NUOVO!!!".
E di fianco c'è scritto (in grande come il titolo - mica scema, lei - "2 centesimi".
Al centro il disegno del campo giochi della scuola con la rete di pallavolo e il prato.
Nell'angolo in basso a destra "con inserti speciali, barzellette, disegni da colorare e giochi divertenti da imparare"

2. Pagina 1.
I consigli per la scuola
Non studiate troppo perchè alla fine non vi andrà più di studiare o perderete gli amici perchè il carattere "so tutto io"non è molto divertente.
E' meglio se si studia normalmente per mantenere gli amici ma anche senza studiare troppo si possono raggiungere un ottimo voto. Essere secchioni non è la cosa migliore.

La scuola non è un posto per giocare perciò meglio ascoltare l'insegnante e prestare attenzione alle lezioni e non chiacchierare.

Provateci & ci riuscirete!

3. Pagina 2.
Il gioco della settimana
Nell'angolo in alto a sinistra c'è scritto occorrente: radio

I 4 cantoni
Istruzioni: ci sono 5 bambini e quattro alberi, 4 stanno vicino agli alberi e uno sta in centro quando la radio partetutti devono correre quando si spegne bisogna ritornare vicino a un albero chi rimane senza va in centro e si ricomincia

CONSIGLI
Questo gioco si consiglia per feste all'aperto, ma anche all'intervallo di scuola ovviamente senza alberi ma con qualcosa d'altro


Ci sono poi altre pagine ancora da scrivere:
Pagina 3.
L'abbigliamento, astucci, diari, cartelle
Pagina 4.
Cronaca
Castagnata
Classi nuove

Eccolo qui il suo progetto, tutto inventato da lei.

Comments:

Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?