<$BlogRSDURL$>

Wednesday, November 09, 2005

Testamento

Ancora devo riprendermi dalla rabbia di aver perso un post bellissimo ieri sera. Cliccato pubblica post, lui invece se ne è andato a girovagare chissà dove e non è ancora arrivato a casa. Figlio degenere.

Comunque, io sono alla vigilia di un viaggio negli Usa e mi sembra il caso di lasciare due righe qui, nella certezza che l'aereo cadrà perchè:

1. non è possibile che un coso così grande se ne stia in aria per 11 ore consecutive
2. me ne vado ad una conferenza a Orlando che si tiene dentro il Disney Resort e lascio i bimbi a casa, che mi sembra un motivo valido per meritare una morte violenta

Quando abitavo in Inghilterra, prendevo aerei come sorsi di grappa, pochi ma spesso. Ho preso voli da sola, con Marta di due mesi, io e lei e il passeggino, ho viaggiato con linee fallite e con charter precari.
Da quando sono nati i gemelli (pardon, Giacomo e Davide - mai chiamarli gemelli, chè gli si lede la loro individualità psicologica) qualcosa mi è scattato dentro e ora io sono marmoreamente pietrificata di terrore all'idea di starmene per così tante ore sospesa tra le nuvole.
Non mi ha aiutata a prendere coraggio per questa occasione il volo, breve e in giornata, a Londra di venerdì scorso. Poco prima dell'atterraggio il comandante ha annunciato che stavamo arrivando e che c'era un forte vento. Altrochè. Prendeva l'aereo da sotto e lo portava su fino a un punto e poi se ne correva via da qualche altra parte e noi tutti col cuore nelle tonsille, e poi tornava di lato a darci una sberlona e poi su ancora e poi giù e poi.... se devo trovare un paragone, è stato come guardare uno dei gemelli (ooopppsss...) fare quel giochino della settimana enigmistica che devi unire i punti da uno a 50 per disegnare la figura. Il tracciato è chiaro, ma ti viene la nausea a vedere che la matita va un po' di là e un po' di qua prima di raggiungere la meta tra i due punti.

Insomma, io mi chiedo, in 11 ore e più di volo, statisticamente le probabilità di ballare un po' sono alte, giusto?
E le mie probabilità di sopravvivere?

Quindi lascio qui le mie volontà.
- Voglio essere cremata, ma suppongo ciò sia irrilevante perchè se l'aereo cade, è probabile che la cremazione avvenga per vie naturali.
- Voglio che i miei calzettoni col buco sull'alluce vengano fatti sparire prima che mia madre metta le mani nei miei cassetti e inorridisca
- Voglio che ai miei bimbi venga raccontata una storia fantastica che li lasci a bocca aperta di meraviglia (magari si potrà indire un concorso alla mia memoria e premiare chi ci riesce e trovare uno sponsor, così Philip avrà un sacco di soldi per tirare avanti..)
- Voglio l'Alleluia di Shrek al mio funerale
- Voglio che Mafe chiuda il mio blog

Ecco. Credo che sia tutto.
Nel beato caso l'aereo non cada nè all'andata nè al ritorno, sarò qui lunedì a ridere delle mie paure.

No, aspetta un momento cazzo, qualsiasi cosa potrà mai essere più paurosa e difficile di dare alla luce due neonati nello spazio di 5 minuti?
Ahah, non ho più paura.

Comments:

Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?