<$BlogRSDURL$>

Monday, October 02, 2006

Quando ero bambina, io andavo a scuola da sola.
Già dalla prima elementare.
Con mio fratello.
E con il mio vicino di casa.
Poi mio fratello, più grande, è andato in un'altra scuola, e io ho continuato ad andare con il mio vicino. Mi suonava alla porta ed io ero sempre in ritardo e lui mi aspettava facendo finta che non gli scocciasse. A volte ero così troppo in ritardo che lui andava da solo e poi io correvo e attraversavo a piedi l'unico semaforo col rosso.
Altri tempi.

I miei genitori abitano in centro e di fronte a casa loro c'è un piccolo parcheggio pubblico. Allora si arrivava con la macchina sotto casa a qualsiasi ora del giorno e si trovava sempre posto.
Ora parcheggiare lì è quasi impossibile e a volte qualche inquilino con cattivo gusto ti lascia sulla macchina un foglio di giornale con la sua cacca sopra, se per caso lasci il mezzo fuori dalle strisce.

E' vero, è indiscutibile, che oggi sia molto più pericoloso lasciare i bambini da soli su un marciapiede.
A volte quando cammino con loro mi sgolo a dire non correte, perchè le macchine vanno così veloci che basterebbe inciampare e sconfinare giù dal gradino per finire in polpette, manco fosse quel gioco di camminare per strada mettendo il piede sui quadrati di pietra, chè se tocchi le fughe sei morto.

E confesso che l'anno scorso ho dovuto davvero fare un esercizio di autodisciplina e di training autogeno quando con Philip abbiamo deciso che, Marta in quarta elementare, era ora andasse a scuola da sola. E confesso di averla dotata di telefonino col divieto di usarlo in qualsiasi altra occasione se non l'sms da mandarmi appena arrivata a scuola.
Si, lo so, ridicolo, sono debole, anzi debolissima...ma anche io mamma ho bisogno di fare le cose per gradi.

Quest'anno va a scuola a piedi da sola, col telefonino, ma non mi deve più mandare l'sms. Divieto assoluto di usarlo, a meno di rapimento da parte di uno sconosciuto.

Tutta questa premessa è per dire che questa settimana è International walk to school week.

Cerchiamo di non essere pigri, dai :).

Comments:

Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?