<$BlogRSDURL$>

Friday, October 19, 2007

Siccome sono tecnochic (soddisfo 5 mosse su 7) non posso fare a meno di dire la mia sull'argomento.

Ce le ho ora.
Sono emorragica da quando ho la spirale che è noto aumenti il flusso.
A me non succede quasi un beato niente quando ho le mestruazioni. Non cambio umore, non ho caldo, non mi gonfio, niente. Faccio solo più cacca e mi vengono le tette più grosse ed entrambe le cose mi mettono di buon umore: mi si svuota la pancia e mi sento bella.
Forse è perchè non conto i giorni, non metto crocette sui calendari, non penso e non calcolo. Non lo faccio più da quando calcolando mi sono accorta di essere incinta.

Però mestruazioni, la parola, a me ricorda mio padre che quando sono arrivate le prime, avvisato da mia madre, mi ha regalato un'azalea in fiore, grassa e rubiconda come una donna fertile che vuole un figlio. Dio, quanto mi ha fatto bene allora vedere che un uomo, l'unico che amassi ai tempi, si elevasse dai bisbigli delle amiche di mia madre (si è sviluppata? si, si è sviluppata...) e me lo dichiarasse così il suo orgoglio, senza pudori. Dio, il mio papà per la prima volta mi trattava da donna (quale io sentivo di essere e non ero) e io così eliminavo d'un tratto, con un colpo di spugna (che per l'importanza era insieme un colpo di culo) il 50% delle mie insicurezze d'adolescente.

Non mi ricordo il film, ma ero al cinema, con gli amici di mio fratello, seduta di fianco a quello che mi piaceva e che mai ha avuto modo di essere messo al corrente del mio stato d'animo, e io che pensavo "ho le mestruazioni, non ci riesco a credere, adesso ti accorgi di me e ti innamori".
Non si innamorò mai e per fortuna, perchè a vedere oggi sua moglie ti viene un colpo, si mette il cerone sulla faccia e sembra essere una donna che non ha mai commesso un errore in vita sua.

Avevo 11 anni quando una domenica mia mamma mi ha chiamato in bagno e mi ha spiegato la rava e la fava del pannolino. Avevo 12 anni quando io piangente a letto col mal di pancia e il disagio appiccicoso mia cugina mi spiegava la rava e la fava dell'assorbente interno.

Mia figlia ha 10 anni quando le spiego la rava e la fava.
I miei figli maschi hanno 7 anni quando mi dicono: "mamma perchè ti metti quei proiettili dentro?"

Il fatto di avere un'uscita, che espella sangue a volte, esseri viventi altre, a seconda delle circostanze e delle scelte, apre la mia mente oltre e mi fa sentire non claustrofobica.

Comments:

Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?