<$BlogRSDURL$>

Monday, December 10, 2007

Si, è vero, non hanno il bidet in bagno.
La fanno e poi non se lo lavano subito.
Capirai.
Perchè se a te scappa la mattina in ufficio, poi ti lavi nel lavandino del bagno comune o te ne stai col didietro pressapoco pulito fino alla doccia della sera?
(no, non dirmi che c'hai anche il bidet in ufficio, tanto se ce l'avessi con tutta probabilità ti farebbe schifo lavarti lì dove si lavano tutti i tuoi colleghi..).

Però c'hanno i parcheggi con lo spazio per i disabili e lo spazio per le famiglie con bambini, gli spazi più comodi, più vicini all'uscita, più vicini ai negozi.
Dappertutto, non solo all'Ikea.
Addirittura nei mega store c'hanno i parcheggi con le corsie ben dipinte di un colore diverso per farti vedere che lì ci camminano i pedoni e che devi andare piano.

E poi hanno il verde ovunque. Anche nelle città ad ogni piè sospinto, appena volti l'angolo e sei in un nuovo box, c'hai un nuovo giardino, un nuovo play ground, una nuova corsia per correre.

C'è il mobility bus che si chiama "ring & ride" vale a dire che basta che tu sia anziano o anche solo incinta o anche solo senza macchina e non è che devi aspettare alla fermata. La fai tu la fermata.

E poi la gente alla guida...se vede che c'è una coda fa passare, non spinge forsennata al gioco di chi c'ha i paraurti più alto, tanto lo sanno tutti che col traffico la corsia che sembra più veloce non lo è mai e si arriva tutti più o meno allo stesso tempo, minuto più minuto meno (e certo non il minuto che fa la differenza tra un mucchio di soldi e il misero mucchio che ognuno di noi porta a casa ogni sera).

Si, è vero, questa calma inglese a lungo andare da ai nervi. Nessuno che si scompone mai in un'emozione teatrale.
Noi dal sangue caliente abbiamo bisogno di una scenografia che ci gratifichi. Molti di noi. Lo so bene, se no mica mi sarei ritrasferita in Italia anni fa.

Si, è vero, ci saranno anche zone depresse dove tutto questo non vale così tanto, ma io non ero a Londra, ero in un paesino nel Devon. L'equivalente della Brianza.

Ho sentito davvero che c'è una volontà quasi etica di creare un ambiente gradevole per chi vive lì. Una palpabile coscienza che la qualità della vita sia un valore. Si, certo, anche un valore economico, son mica scema, ma poco importa se ti fa vivere meglio.

Avranno anhe il culo sporco, ma la mente sembra più lucida :)
E dio che nostalgia mi ha preso.

Comments:

Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?