<$BlogRSDURL$>

Friday, April 06, 2007

toc toc .......
è permesso? ......
c'è nessuno? ......

che strana sensazione ...... mi sembra di entrare in casa della vale ......
vale ci sei? ........
dai esci fuori ......

c'è nessunooooooooooooo ............

ma dimmi te che situazione ..... me ne stavo là fuori .... ero uno dei tanti piccioni che stanno sul filo della luce a sbirciare dentro questa "casa-blog" e ora sono dentro .....
eh si, perchè un blog è come una finestra di casa, lasci guardare dentro casa tua, e davanti a "quella finestra" ci fai passare quello che vuoi tu. presenti una parte di te, quella che quel giorno hai voglia di mettere in mostra.

invece ora la situazione è ribaltata, è quasi paradossale.
sul filo della luce ci sono ancora tutti i piccioni curiosi-affezionati-lettori-abitué, in attesa, ansiosi di vedere se accade qualcosa, ed un piccione - io - entrato in avanscoperta a perlustrare la "casa" della vale, la quale, bella bella, ha deciso che adesso è giunto il suo turno per sbirciare un po'. praticamente è come se si fosse chiusa a chiave in camera, avesse lasciato la porta di casa aperta, e spiasse dal buco della serratura per vedere chi entra, cosa succede.
kafkiano, macchiavellico .... !

che faccio? mi rubo un portacenere d'argento? mi prendo due biscotti? ............no va, provo a convincerla a uscire.

vale ? .....
dai esci fuori .....
valeeeeeeeeee? .......
dai smettila di fare i capricci e apri sta porta.

dai vale ........ abbiamo bisogno di te ..... non puoi sospendere così di colpo le attività lasciando tutti i piccioni, allineati sul filo della luce, a becco asciutto ....
ci basta un segno, una comparizione fulminea, va bene anche sè fai come Benigni nel Papocchio quando faceva comparire dalla finestra di San Pietro, soltanto la papalina rossa del papa, tenendola con un bastone, e la folla urlava di gioia.


e poi sono preoccupato per te.
mi è giunta voce che l'altro giorno tua figlia Marta ti ha chiesto di correggerle un temino e tu presa da raptus hai riempito 7 pagine del suo quadernino con le tue memorie.
alcuni narrano anche che il tuo (gran) marito si sia lamentato perchè, sempre in preda all'astinenza da blog, non scrivi più la lista della spesa come si fa di solito: pane- latte- biscotti- patate, ma invece prendi un protocollo e scrivi: se finito il tuo lavoro hai ancora qualche energia, amore mio, my love, my sweet, recati in quel bel negozietto, quello sull'angolo, quello con la commessa coi baffi, si dai ... lo sai che preferisco che tu vada in quello perchè alla coop c'è la cassiera bona e sono gelosa, e compra una confezione da un litro di latte ....... (e via così).
inoltre, gira anche voce che quella lettera chilometrica comparsa sulla rubrica "i lettori scrivono" su Donna Moderna firmata SMANIOSA68 l'abbia scritta tu. la risposta della redattrice è stata: fate qualcosa per questa donna.
i tuoi soci poi, ci hanno contattato uno a uno, per chiederci aiuto. pare che la tua ultima relazione al consiglio di amministrazione, si quella di 58 pagine scritta di tuo pugno, proprio quella, sia sembrata un po' eccessiva.
i tuoi figli, si anche loro l'hanno capito, pare abbiano confessato ai nonni che si stanno sforzando di non dire più frasi ridicole perchè si rendono conto che tu, al pensiero di non poterle scrivere sul blog, dai segni di insofferenza e somatizzi.

hai mica cominciato a rosicchiarti le unghie?
hai per caso uno sfogo cutaneo?
stai ingrassando?

dai vale .... esci da lì ..... che anche noi stiamo sclerando ......

sul mio blog (questa è vera) è arrivata una tua lettrice che mi ha detto "sono arrivata al tuo blog perchè ero in astinenza da mamma per sbaglio ma tu sei noioso e qualunquista". Oh ma stiamo scherzando! Ci hai mollato anche le rogne!!!! Adesso ci manca che arrivi quello là con due nomi e mezzo cervello e siamo a posto.

ma dimmi te...... quasi quasi il portacenere d'argento me lo rubo davvero ..... per risarcimento ....

ciao cugi......

rosco

Tuesday, April 03, 2007

E' un onore per me scrivere in un blog unico e personale, che per decisione della sua fondatrice è diventato blog collettivo.
Anch'io ne ho uno, ma non riesco a scrivere come la madrina di questo blog. Valentina ha uno stile unico, ha l'immediatezza, la sincerità.
Valentina non è una mamma per sbaglio, è una mamma che ci da l'esempio.
Una persona viva che dice quelle che sente, una qualità rara e che io ammetto di non avere.
I suoi numerosi lettori sono attirati per questo, e penso che riusciremo a seguire il suo scopo: non dobbiamo lasciare andare in "archivio" questo blog.
Dobbiamo tenerlo vivo, tutti quanti.

Grazie Vale
Un papà per sbaglio

Sunday, April 01, 2007

.....BBUU!!!!!!

Ecco, Renato, mi hai fregato :). Stavo resistendo così bene....

Ragazzi, giuro sulla testa dei miei bimbi (e sono seria) che non mi sarei mai immaginata una cosa del genere.

Avete presente quelle favole che quando tutti vanno a dormire i giocattoli si svegliano a fare festa? Ecco, un po' per me è come una fiaba questo brulicare del sottobosco che si risveglia.

Mi avete fatto piangere di commozione, mi avete fatto saltare sulla sedia dallo stupore, da quanto sembrate conoscermi e capire cosa mi gira per la testa.
Come se foste stati a casa mia a mangiare la fondue bourguignonne coi bimbi in pigiama e vestaglia a roteare gli occhi perchè eravamo troppo chiassosi e non riuscivano a sentire la tele.

Questo per me è un regalo molto generoso.
La scoperta che le relazioni virtuali sanno dello stesso sapore di quelle della vita fisica.
E la conferma che questo posto aveva un senso suo ed aveva un senso buono.

Ho avuto un'ideona :)

Vi passo il testimone e ve lo lascio in eredità.

La cugi ha scritto che qui era un po' come un salotto.
Non voglio cacciare ospiti così graditi, non voglio che si perdano se qui si sono trovati.

Allora, a chi va ancora di chiacchierare, alle mamme che non hanno un blog su cui scrivere le loro incertezze, e ai papà, perdio, che non vanno trascurati mai chè di incertezze ce ne hanno uguali se non di più - quando noi femmine multitasking li facciamo sentire inadeguati ;)- oppure a chi ci è già passato e sa più o meno come andranno le cose, o a chi semplicemente vuole esserci, io propongo che questo può diventare un blog collettivo, tutto loro.
Come un baccanale dove il padrone di casa non si fa vedere e gli ospiti si divertono lo stesso, un po' in suo onore.

C'è una mail qui di fianco, dove dice "sono qui".

Scrivetemi e io creerò un accesso per ognuno di voi che ha voglia di continuare da dove io ho lasciato.
Siete apparsi tutti così dal nulla che adesso ho una gran voglia di ascoltare voi :)

Dai, dai!!!

Un abbraccio.

(PS se avete una gmail è meglio usare quella, altrimenti va bene lo stesso)

This page is powered by Blogger. Isn't yours?