<$BlogRSDURL$>

Wednesday, April 16, 2008

Aiutare i figli coi compiti, diciamocelo, è una gran noia.
Per questo fin dall'inizio io me la sono svicolata.
Ad abituarli a fare i compiti da soli si finisce per far un gran bel figurone, come genitori.
"Signora, suo figlio è davvero autonomo", "Signora, sua figlia è davvero responsabile".
In realtà sapessero che dietro a quel risultato tanto c'è della mia voglia di evitare la noia.

Capita però, e lì non è che si possa svicolare, che ti chiedano aiuto.
E così allora scatta la molla eroico-assistenziale-autocompiacimentale che ti fa rispondere in tono amamibile e rassicurante "ma certo tesoro porta i libri qui in cucina che ti aiuto mentre preparo la cena".
E finisci che ti diverti, a fare la geometria. Infatti li capisci tutti i problemi e ne assapori i passaggi logici con un senso di pace. Ti dai della scema per aver dannato allora e pensi che finalmente si, ce la fai a pagare il conto, tiè tiè.

All'apice di questo senso di riscatto, ridicolo e immaturo, ma che pur dà la sua bella soddisfazione, mi trovo davanti al prossimo esercizio:

Un triangolo rettangolo con un angolo acuto ampio 30° e un pentagono regolare hanno lo stesso perimetro. Calcola le misure dell'ipotenusa e del cateto minore del triangolo rettangolo sapendo che il lato del pentagono e il cateto maggiore del triangolo rettangolo sono lunghi rispettivamente 26,5 cm e 48,5 cm.

Procediamo coi dati, calcoliamo il perimetro e poi ci blocchiamo.
Abbiamo un perimetro ed un cateto maggiore e dobbiamo trovare 'sta benedetta ipotenusa.

Son sempre stata una chiavica nelle materie scientifiche. Infatti ho una laurea in lettere. Philip è laureato in lettere classiche quindi più in là di chiamare gli angoli del triangolo alfa, beta e gamma, arriva solo a consultare internet senza risultato.
Il mio senso di potenza sbiadisce. Tre amichette consultate al telefono brancolano nel buio.
E' sera, la cena cuoce, a Marta viene lo sconforto.

"Bè, tesoro, abbiamo ancora una possibilità"
"E quale mamma?"
"Twitter"
"Twiche?"
"Niente, tesoro, ci pensa mamma"

lavale3 ha il perimetro di un triangolo rettangolo e il cateto maggiore
lavale3 deve trovare l'ipotenusa. come si fa? veloci che la cena e' quasi pronta
mschwarz @lavale3: sei sicura che sia il perimetro e non l'area?
lavale3 perimetro, perimetro. un angolo del triangolo e' 30 gradi, ma non credo che serva
mschwarz lavale3: certo che cambia, perche' vuol dire che il terzo angolo e' 60, quindi il triangolo rettangolo e' meta' di un triangolo equilatero.
mschwarz quindi il cateto minore e' meta' dell'ipotenusa
mschwarz quindi catetomag+ip+ip/2=perimetro
lavale3 @mschwarz sei un genio. Marta ti abbraccia :)
mschwarz @lavale3: un abbraccio a voi. Alla prossima.

Così, dedicato a tutti quelli che mi guardano come se fossi un po' toccata perchè mi piace stare on line.
(Grazie Marco)

Comments:
spettacoloso. hai vinto il posto della mia frase in gmail e msn per qualche ora :)))

scrivo poco e non c'e' mai stato occasione, comunque hai fatto bene a tornare. Come per il Pallone a pallini di Gnocchi sulla Gazzetta, mi strappi sempre un sorriso.

@angela: mi sa che sto' Marco, lo puoi trovare facilmente :) cosi' giusto per verificare se ci si puo' innamorare.
 

Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?