<$BlogRSDURL$>

Sunday, February 20, 2011

Io non ho mai capito perchè vogliano diventare umani 

Alcuni giorni fa si è svolta la seguente scena:

Notturno, camera di Giacomo e Davide - Bacino della buona notte

Io: Buonanotte musetti, fate i sogni belli, sognate il mondo delle oche
Davide: Quello di prima che nascessimo?
Io: Si, quello lì, dove stavate prima di arrivare qui. Sai Davide cosa dovresti fare per esercitarti a scrivere? Me la scrivi la storia di quando eri nel mondo delle oche, di com'era?
Davide : Te la scrivo

Ora lo so che hanno 11 anni e mi rendo conto che a occhio estraneo si potrebbe pensare che siamo tutti dei melensi immaturi, qui, sia io che Davide, nella fattispecie.
E' che mentre diciamo cose così, chiaramente fuori contesto evolutivo in relazione alla nostra età, l'occhio ci brilla di gioco e finzione e io mi rotolo nel divertimento. Perchè se c'è una cosa che davvero mi piace fare con i miei bambini è, tra il serio e il faceto, sfiorare i limiti di realtà che sfuggono.
Non posso mentire loro e nascondere che ci sono segreti nella vita, e contraddizioni inspiegabili, e cose che succedono che ci costringono ad aggiustamenti continui.
Così, quando accade di non aver risposte, cerco il limite assurdo e lo accompagno con uno sguardo ironico e rassicurante. Col quale mi sforzo solo di dire che non ne ho la minima idea  ma che, nel dubbio, una realtà buffa costruita da noi può diventare un'ottima spiegazione.

Interno giorno - Salotto
Davide tutto eccitato mi comunica di aver imparato a usare Power Point.
Vieni a vedere, mamma.
Non puoi portare il pc giù invece che me salire su?
No, mamma, se stacco il cavo la batteria si rovina, lo ha detto papà
(non è che papà potrebbe farsi gli affaracci suoi e non interferire con la mia posizione languida in poltrona?)
Ok. Allora devi aspettare che io finisca di scrivere questa mail di lavoro e poi vengo su.

Sono andata, poi.




E, sì, gli ho chiesto il permesso di metterlo sul blog. (Gli ho spiegato che se non lo metto qui, finirò per perderlo)


Comments:
E' un lavoro stupendo e soprattutto una visione quasi magica della vita.
 

Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?